Artistica: Al via la Serie A più lunga.

6 squadre brianzole in lotta per lo scudetto maschile e femminile.

181

Torna a volare la polvere di magnesio. Scatta la Serie A di Ginnastica Artistica. 3 formazioni brianzole nella massima serie maschile, 2 in quella femminile e una in A2. Sono ben 6 le squadre brianzole che, anche nel 2017, faranno emozionare il grande pubblico dell’arte della ginnastica. Perché, come ripetuto anche dall’olimpionico Igor Cassina, nel corso della presentazione della Pro Carate, “la ginnastica è arte e un ginnasta non sarà mai un “ex” ginnasta, perché gli artisti rimangono artisti”.

Proprio la Pro Carate sarà da tenere particolarmente d’occhio dopo lo scudetto 2015 e il secondo posto alle spalle di Macerata nel 2016. Ulteriormente rinforzata la squadra del presidente Bronzieri, allenata da Corrado Corti ed Edoardo Leveni che, a Nestor San Guan Abad, Andrea Bronzieri (in ripresa dopo l’infortunio della scorsa stagione), Tommaso Frigerio, Carlo Macchini, Eduardo Martano ha aggiunto uno specialista assoluto del cavallo con maniglie: Simone Bresolin, da sempre legato alla Sampietrina, ma subito a suo agio nella Pro Carate dove ha trovato un “maestro” come Alberto Busnari che, nonostante sia ancora un ginnasta dell’Aeronautica Militare e prenderà parte alla Serie A2, difendendo i colori della Juventus Nova Melzo, avrà anche un ruolo di primo ordine nella formazione che quest’anno punta allo scudetto.

È il neo-acquisto dei caratesi, Simone Bresolin, a tracciare la via per la stagione 2017: “Sicuramente siamo una buona squadra con grandi potenzialità. Io arrivo da una stagione difficile, costellata di infortuni e grazie alla società sto riprendendo la condizione migliore. Sarà un anno in crescendo e proverò a migliorarmi passo dopo passo, ma già adesso che siamo solo all’inizio ci sono già delle buone basi. Ho avuto l’opportunità di imparare da Alberto già nella mia carriera Juniores durante i collegiali e adesso allenarmi con lui è una grandissima fortuna. Mi sta insegnando molto sia a livello tecnico, ma soprattutto a livello mentale. Dal recente passato mi porto dietro dei fantasmi che, grazie a lui, sto provando a scacciare”.

Pro Carate
La formazione della Pro Carate

Gli fa eco proprio l’atleta-allenatore Alberto Busnari che, nella società, ha rilevato il testimone da Igor Cassina, allontanatosi parzialmente dalla ginnastica per puntare al running “per passione”: “Fondamentale essere umili, proprio per come è fatto questo sport. Questa è la prima esperienza in cui supervisiono e gestisco gli aspetti tecnici, però io non ho smesso di essere atleta per l’Aeronautica Militare ed è ciò che sto facendo da Londra 2012 in poi. È vero che questa è un po’ la “prima volta” perché ho fatto collaborazioni per mezzo della Federazione, nei comitati regionali. Qui, invece, è un progetto un po’ più globale ed è un’ottima esperienza perché ci sono tutti i presupposti per fare bene, c’è un bel clima sia sotto l’aspetto umano che quello tecnico e non è così semplice trovare tutte queste cose insieme. Per quanto riguarda Simone se l’allievo supererà il maestro significa che c’è stato un buon maestro e che l’allievo era buono anche lui. A parte le battute Simone ha delle ottime qualità tecniche, probabilmente anche migliori delle mie. Deve scattargli qualcosa dentro perché la vita del cavallista è dura. A livello di fatica fisica è quello su cui devi stare di più. Ti giochi tutto in 40 secondi quindi o colleghi bene la testa o rischi di vanificare tutto. Stiamo lavorando sotto questi aspetti e sono sicuro che ci sarà un futuro roseo per lui. Deve solo avere fiducia nei suoi mezzi e focalizzare il suo obiettivo”.

Secondo anno nella massima serie per la Ginnastica Sampietrina Seveso che, con Paolo Quarto e Paolo Siviero al timone, cercherà di migliorarsi ancora dopo l’ottimo quinto posto del 2016. Questa la formazione dei sevesini del presidente Michele Quarto: Lorenzo Crimi, Alessandro Di Quinzo, Mirko Galimberti, Luca Santambrogio, Davide Sborchia, Lorenzo Tassinato e Andrea Vergani.

La terza formazione brianzola nella massima serie maschile è quella della Ginnastica Meda che vuole rifarsi dopo un’annata non proprio al massimo. Solo noni i medesi nella Serie A 2016. La squadra guidata da Franco Giorgetti e Carlo Nobili sarà composta da Yumin Abbadini, Alessandro Avanzi, Fabio Bianchi, Davide Oppizzio, Michele Aldo Sanvito, Jimmy Verbayes e Jacopo Voltan.

In campo femminile saranno solo due le formazioni che prenderanno parte alla massima serie. Ha, infatti, rinunciato alla serie A1 la Robur et Virtus Villasanta. La punta di diamante delle villasantesi, Martina Maggio, sarà al via della stagione con la favoritissima Brixia Brescia, in prestito dalla società brianzola che, però, non avrà più una squadra di punta.

Enus Mariani
Enus Mariani

Inizio di stagione senza le “big” per la Pro Lissone. Per quanto riguarda le “tigrotte” allenate da Massimo Gallina e Federica Gatti bisognerà attendere ancora un po’ per rivedere in pedana Enus Mariani, la stella della Pro Lissone che si è sottoposta ad un intervento al piede e non potrà essere della partita. Ancora ai box anche Martine Buro ed Eleonora Gazzani. Questa la rosa delle ginnaste del presidente Marcelloni: Martine Buro, Alessia Di Nicola, Giorgia Di Nicola, Eleonora Gazzani, Morgana Iannarelli, Lisa Levati, Enus Mariani, Lucrezia Salvadori, Silvia Helene Schafer. Particolare attenzione sulle junior Iannarelli, Levati e Salvatori oltre che sulle sorelle Di Nicola. Dopo il ritiro di Marta Pihan, le bianco blu accolgono in squadra la tedesca Silvia Helene Schafer.

Meneghini
Elisa “Mini” Meneghini

Anche la GAL Lissone di Claudia Ferrè e Anna Sassone dovrà fare a meno della sua punta di diamante Carlotta Ferlito, almeno nella prima parte della stagione. Ma a guidare le lissonesi sarà la comasca, reduce dalle Olimpiadi di Rio, Elisa Meneghini, ormai colonna portante della squadra del presidente Meloni. Tante conferme per la GAL che sarà al via con: Alexia Angelini, Sofia Arosio, Adela Carmen Ghiciuc, Elisa Meneghini, Alessia Praz e Sydney Saturnino.

In serie A2 sarà la formazione femminile della Sampietrina Seveso a tenere in alto il vessillo brianzolo. Melissa Bignotti, Ilenia Manfredi, Martina Pozzoli, Arianna Sborchia e Stefania Tagliabue, allenate da Gabriella Rizzi, cercheranno la promozione dopo il sesto posto della scorsa stagione.

Dopo la prima tappa di Torino si dovrà attendere fino all’8 aprile per ritrovare la Serie A al Palalottomatica di Roma dopo la splendida esperienza dello scorso anno. Un mese dopo, al Pala Rossini di Ancona la terza tappa prima della lunga pausa estiva che terminerà con il gran finale di Eboli il 15 e 16 settembre.

Commenti

comments

- Pubblicità -