A Olginate poco spettacolo: 0-0 brutto con la Caratese

34

A Olginate si gioca una partita che vale molto in chiave salvezza, sia per i padroni di casa che per gli Azzurri della Folgore Caratese. Le due formazioni brianzole sono ferme a parimerito a 7 punti, vincere significa lasciare indietro una diretta avversaria, almeno tra quelle impegnate nella lotta per non retrocedere.

La partita si gioca su ritmi bassissimi, nei primi 45′ sono poche le occasioni da una parte e dall’altra. La squadra di casa fatica a trovare l’imbucata giusta per i terminali offensivi e prova spesso la conclusione da fuori senza spaventare troppo la porta difesa da Castelli. Si gioca molto a centro campo, la Folgore giostra bene il pallone sulla mediana ma non affonda mai il colpo, i molti contrasti al limite del regolamento obbligano l’arbitro ad usare il fischietto più del dovuto, non favorendo così lo spettacolo in campo. Al 32′ l’episodio che potrebbe cambiare il match: Zorloni si rende protagonista, prende un secondo giallo dubbio che gli costa l’uscita dal campo anticipata, lasciando in 10 i suoi a  poco dal termine della prima frazione. Si va a riposo sullo 0-0, dopo aver visto troppo poco sul rettangolo di gioco per una partita così importante per le due squadre.

 Anche al rientro in campo cambia poco, sempre tanti passaggi a metà campo senza arrivare mai ad essere pericolosi, nè da una parte nè dall’altra, nei pressi dell’area di rigore.  Corti è costretto a fare uscire Laribi per una contrattura, al suo posto entra Mara. Olginatese che nonostante i cambi e la superiorità numerica non arriva mai ad impensierire relamente la retroguardia Caratese, le uniche conclusioni arrivano dalla distanza e sono sempre o fuorimisura o troppo facili per castelli.Gli ospiti provano invece a far male con qualche incursione dalla destra con Valente, ma i cross non arrivano mai a destinazione e si spengono a centro area grazie all’intervento dei difensori bianconeri. Come da copione nel finale la partita si accende, oltre che per i brutti interventi che costringono l’arbitro a estrarre qualche giallo, anche per qualche occasione. Intorno alla mezz’ora Diop rinvigorisce l’attacco della Folgore con il suo ingresso in campo velocizza la manovra dei ragazzi di Bacci, senza però arrivare mai a calciare in porta. Nel recupero fa molto discutere l’episodio di un possibile calcio di rigore non fischiato ai danni di Di Fiore, sul quale si innesca poi una ripartenza per la squadra di Carate che quasi si conclude con il gol di Bellino. L’ultimo sussulto del match si ha sullo scadere, con l’ Olginatese vicino al gol partita con il colpo di testa di Farina, che però termina tra le braccia di Castelli. Finisce come si è iniziato ad Olginate, con uno 0-0 brutto e inutile, in una partita che non pareva affatto un’importante scontro salvezza. 

A fine gare le parole dei due allenatori che commentano così le prestazioni dei loro ragazzi

Bacci: “Secondo me abbiamo fatto una buona partita, siamo giovani molte volte cè da lavorare più mentalmente che sul campo. quello che ci manca è che i ragazzi ottengano più punti per alzare la propria autostima. Ovviamente l’espulsione ha condizionato in negativo la partita, ma nel finale abbiamo comunque provato a vincerla”

Corti: “Facciamo un po fatica nella partita in casa, perchè non è facile per noi imporre sempre il nostro gioco. Comunque la partita potevamo sia vincerla che perderla, è finita così e prendiamo quello che arriva. Forse  poteva starci il rigore allo scadere, dalla panchina la trattenuta sembrava netta”

Olginatese: 0

Folgore Caratese: 0

Olginatese: Sordi, Corti, Menegazzo, Ronchetti, Cattaneo Davide, Laribi, Di Fiore, Bono, Rossi, Greco, Formigoni A dip. Curtone, Intravaia, Mara, Beccalli, Bianchimano, Merlo, Farina All. Corti

Folgore Caratese: Castelli, Gandini, D’Aprile, Brumana, Concina, Verga, Bellino, Zorloni, Pozzi, Cesana, Valente A disp Sperduti, Colombo, Chella, Longo, Merlino, Borlina, Bancora, Keita, Diop All. Bacci

 

Foto: Brianza Sport Alessio Morgese

Commenti

comments

- Pubblicità -