Renate ad alta quota. Anche il Modena va ko

Lunetta, Gomez e Teso stendono i canarini di Eziolino Capuano e volano a quota 9 punti

148

Vola il Renate targato Cevoli. Nove punti in quattro giornate e un 3 a 0 al Modena che fa dimenticare il passo falso della scorsa settimana contro l’Albinoleffe. Pantere subito in vantaggio con Lunetta che mette le cose in chiaro al 3’. Poi il Modena cerca di aggredire, anche fisicamente, ma il solito Gomez, in apertura di secondo tempo, mette il suo terzo centro stagionale prima che Teso metta definitivamente in ghiaccio la partita. Unica nota stonata la gomitata presa da Di Gennaro, costretto a lasciare il campo. Domenica prossima match di grande importanza con una big come la Reggiana, rinforzata dall’ex Aiman Napoli.

LA CRONACA: Nell’anticipo del girone B di Serie C, di scena a Forlì, è subito il Renate a far la voce grossa contro un Modena ancora fermo a quota 0 punti in classifica. Lunetta colpisce al 3’ bravo e freddo a sfruttare l’invito in verticale di Pavan. La reazione modenese è solo nel fisico, ma non nel gioco. I canarini provano ad innervosire i nerazzurri anche con qualche colpo proibito, si veda la gomitata che mette ko Di Gennaro, costretto a lasciare il campo al 33’. Ma sono ancora le pantere a trovare il gol con Guido Gomez, annullato, però, per un presunto fallo dell’attaccante campano. Il Modena non punge e i brianzoli vanno al riposo avanti 1 a 0.

L’istrionico Eziolino Capuano prova a rivoluzionare la sua formazione, ma i ragazzi di Cevoli non vengono impensieriti e all’ottavo raddoppiano con il solito Gomez che approfitta di una disattenzione difensiva e beffa Manfredini con un tiro sul palo lontano. Gli emiliani non riescono a trovare il bandolo della matassa ed è Teso a chiudere definitivamente i conti al minuto 26 della ripresa. Il cross da calcio d’angolo di Finocchio trova la testa del difensore veneto che insacca mettendo il punto esclamativo sul match. Il Renate non smette di provarci e a meno di 10 minuti dalla fine ci sarebbe anche un fallo da rigore su Piscopo che l’arbitro Carella non ravvede, ma ormai la partita è già chiusa e il Renate può festeggiare da capolista almeno fino a domani pomeriggio.

LA CHIAVE: La reazione da squadra, un gioco fluido e ben costruito e un Guido Gomez che segna il suo terzo gol in 4 partite. Chi si aspettava un Renate “spuntato” dopo il mercato estivo è stato prontamente smentito. Vincere aiuta a vincere, si dice. E allora speriamo sia così.

MODENA – RENATE  0 – 3

MARCATORI: 3’ p.t. Lunetta, 8’ s.t. Gomez, 26’ s.t. Teso

MODENA (3-5-2): Manfredini; Ambrosini (1’ s.t. Badjie), Polverini, Sosa; Calapai, Giorno (1’ s.t. Louzada), Carraro, Capellini (17’ s.t. Momentè), Popescu; Maritato, Galuppini (22’ s.t. Castagna). A disposizione: Chiriac, Remedi, Arcaleni, Persano, Aldrovandi, Garofalo. All. Capuano

RENATE (4-3-3): Di Gregorio; Anghileri, Di Gennaro (33’ p.t. Mattioli), Teso, Vannucci; Simonetti, Pavan, Palma (28’ s.t. Antezza); Ungaro (13’ s.t. Finocchio), Gomez (28’ s.t. Musto), Lunetta (29’ s.t. Piscopo). A disposizione: Cincilla, Savi, Mäkinen, De Micheli. All. Cevoli

ARBITRO: Carella di Bari. Assistenti: Segat – Miniutti

AMMONITI: Giorno (M), Lunetta, Anghileri (R)

Commenti

comments

- Pubblicità -