La Folgore crolla in casa. Il Gozzano vince e cconvince

I brianzoli ne prendono tre al "XXV Aprile" contro un Gozzano imbattuto da dodici partite. Il brutto avvio di gara penalizza gli Azzurri

94

La Folgore Caratese viene superata in casa dal Gozzano nella 29^ giornata del girone A di Serie D. La partita viene già pesantemente indirizzata nei primi 26′, in cui gli ospiti vanno due volte in rete con Emiliano e Testardi. Simeri accorcia al 43′ con la collaborazione del portiere piemontese Gilli, ma nel finale di gara il gol di Aperi chiude definitivamente i conti. Domenica prossima, altro match tosto contro il Bra.

LA PARTITA – E dire che dopo un minuto, quel tiro appena fuori di Monni su assist di Antonucci aveva fatto sperare il “XXV Aprile” in una giornata diversa. Al 4′ però, la disattenzione difensiva sul corner dalla sinistra è troppo grande con Emiliano, bravo a battere Bavena di testa. Simeri si fa pericoloso con un paio di tiri da fuori troppo centrali, mentre il rapporto tra occasioni e reti degli ospiti è esattamente di 1/1. Al 26′ infatti, Mastrilli lancia Testardi (forse in fuorigioco), che controlla e batte il numero uno azzurro in uscita per il 2-0. Il solito Simeri è l’unica ancora di salvezza per la Folgore e al 43′ la sua caparbietà (e la sua conclusione deviata), permettono ai brianzoli di accorciare le distanze. Al 45′ è 1-2. Nella ripresa Monni viene pescato in area, ma sul suo destro si oppone efficacemente Gilli evitando il pari. Antonucci manda fuori bersaglio un insidioso rasoterra, mentre Simeri vede ancora respinta la sua conclusione dall’interno dell’area al 25′. Aperi semina il panico nella difesa azzurra e per due volte va vicino al gol. Prima si mette in proprio ma calcia di poco a lato, poi Bavena deve fare gli straordinari su corner. Ciko manda appena fuori un tiro dal limite e, come si dice in questi casi, gol sbagliato, gol subito. Selvaggio lavora un bel pallone, lo scarica per Aperi che di piatto chiude la partita. Chiudere bene il campionato è l’obiettivo della Folgore Caratese, per non far adirare definitivamente il presidente Criscitiello.

LA CHIAVE – Come già scritto in varie occasioni, il punto debole dei ragazzi di Beoni è la cattiveria sotto porta. Il Gozzano è stato più cinico nei momenti clou, nonostante le poche chance create.

FOLGORE CARATESE-GOZZANO 1-3

MARCATORI: 4’ Emiliano (G), 26’ Testardi (G), 43’ Simeri (F), 42’ s.t. Aperi (G)

FOLGORE CARATESE (4-3-3): Bavena; Francescutti (30’ Colonna), Perego, Todisco, Concina; Moreo (28’ s.t. Massaro), Giacinti, Ciko; Antonucci, Simeri, Monni (15’ s.t. Cesana). A disposizione: Cavana, Serleti, Cosentini, Innocenti, Puccio, Capristo. Allenatore: Loris Beoni.

GOZZANO (4-3-3): Gilli; Lenoci (13’ Ficco), Emiliano, Mikhaylovskiy, Mastrilli; Guitto, Segato, Parisi (14’ s.t. Selvaggio); Lunardon (7’ s.t. Mantovani), Testardi, Aperi. A disposizione: Signorini, Tordini, Mazzola, Carboni, Gemelli, Gulin. Allenatore: Massimo Gardano.

ARBITRO: Sig. Francesco Lipizer di Verona (Assistente 1: Sig. Michele Collavo di Treviso, Assistente 2: Sig. Alessio Carraretto di Treviso).

AMMONITI: Concina, Giacinti (F), Guitto (G)

Commenti

comments

- Pubblicità -