Serie B: Cuore Concorezzo nel derby contro Vero Volley

3 a 1 in “emergenza” e salvezza matematica. Granaio Concorezzo si impone sui giovani del Vero Volley

286

Ci voleva tanto cuore per tornare in campo a 5 giorni di distanza dalla sconfitta contro i Diavoli Rosa. Le squalifiche, gli strascichi polemici e un altro derby, quello con i giovani del Consorzio Vero Volley, che nel weekend saranno impegnati nelle finali regionali Under 19. Ma il Granaio Concorezzo di cuore ne ha da vendere e, come il pallone, lo getta al di là della rete, accettando l’anticipo della gara e schierandosi con una formazione decisamente rimaneggiata, a partire dal palleggio di Sganzerla, arrivato in palestra ancora con “giacca e cravatta” ed uscito dagli spogliatoi con il compito di indicare la rotta: palleggio e capitano.

Con Vecchiato e Ravasi in tribuna ad incitare la squadra e a fare il solco sugli spalti camminando avanti e indietro come se dovessero andare a coprire a muro, Gervasoni schiera Sganzerla in palleggio con Cremona sulla diagonale. Speziale e De Vincenzo in banda, Fumagalli e Milani al centro con Porta libero. Le contromosse di Vacondio: Peslac in palleggio con Chadtchyn  opposto, Meneghello e Galliani schiacciatori, Giampietri e Gritti al centro con Taramelli libero.

Nel primo set è l’equilibrio a regnare al Pala Granaio con i monzesi che partono meglio, salvo poi trovarsi di fronte un De Vincenzo in versione trascinatore. Le due formazioni procedono a braccetto fino a metà set prima che i due punti di Cremona e qualche errore di troppo nella metà campo del Lombarda Motori concedano a Concorezzo la possibilità di scappare sul 21 a 16. Milani chiude il primo set, ma i ragazzi di Vacondio rientrano in campo con la giusta intensità. I padroni di casa riescono a scavare un piccolo gap, ma i tre muri consecutivi di Peslac e Giampietri, uniti all’ace di Parma, cambiano l’inerzia del set. Nel finale è il muro monzese a far la differenza. 9 blocchi nel secondo set consegnano il pareggio nelle mani dei ragazzi di Vacondio.

Se nel secondo set sono i muri Vero Volley a far la differenza, nel terzo salgono in cattedra i due centrali del Granaio Concorezzo. Milani e Fumagalli attaccano con precisione e rispondono ai contrattacchi di Galliani e Giampietri murando qualsiasi cosa passi nei pressi della rete. Lombarda Motroi non molla e impatta a quota 20, ma Milani e De Vincenzo dicono no, portando a casa il terzo parziale. L’equilibrio continua a regnare, ma in avvio di quarto set Conco sembra poter prendere il sopravvento. Con Speziale in battuta arrivano 3 ace e il 9 a 3 per i padroni di casa che si trasforma ben presto in 11 a 4 grazie all’attacco di De Vincenzo e a due errori dei monzesi. Concorezzo crede di aver già in tasca il set e si rilassa, mentre dall’altro lato della rete Chadtchyn e Montali rispondono presenti, impattando a quota 14. La gara va avanti punto a punto con i giovani del Vero Volley che variano spesso il gioco, sorprendendo Concorezzo con “pallette” alternate a parallele, mentre i padroni di casa si affidano a Fumagalli, Cremona e De Vincenzo. Proprio Fumagalli annulla prima un set point a Monza, poi mette a terra il muro del vantaggio 26-25 per poi chiudere i conti sul 28-26 grazie ad un ace aiutato da una ricezione pessima della formazione ospite.

Quattro giocatori in doppia cifra per il Granaio Concorezzo che gioca con tanto cuore, ma anche con grande intensità. Fumagalli ancora MVP con 15 punti e 7 muri. Cremona, nonostante qualche errore, riesce a trascinare i suoi con 16 punti, mentre Milani attacca con il 63%. Dall’altro lato della rete bene Giampietri (14 punti 5 muri) con Chadtchyn che, in 2 set e mezzo riesce a mettere a terra 10 punti.

Nel post partita c’è anche spazio per la polemica con il Lombarda Motori che preannuncia reclamo per un errore del segnapunti nel quarto set. Qualche attimo di tensione che non toglie certo a Concorezzo la voglia di festeggiare il raggiungimento di un obiettivo importantissimo: la salvezza matematica.

Questa sera abbiamo dimostrato che questa squadra ha un cuore. Io ho la sensazione che abbiamo giocato per Sganzerla che, dal canto suo, ha fatto una gran partita, ma gli altri in campo hanno dato parecchio perché lui è una persona importante nello spogliatoio e questo è il segnale di quando le squadre hanno il cuore. – Ha commentato Claudio Gervasoni – Sono contento di aver raggiunto l’obiettivo salvezza in una situazione di estrema difficoltà come questa. Sono soddisfatto di questa stagione anche se ci sono tre partite che proprio non mi vanno giù: una è quella di Olbia dove nessuno dei due palleggiatori si era allenato, la seconda quella contro Yaka Volley dove siamo arrivati primi al 24 per tutti e tre i set e poi li abbiamo persi e la terza è quella contro Bocconi in casa, dove abbiamo giocato nel modo sbagliato. Il girone di ritorno non è stato sicuramente all’altezza di quello d’andata, ma è un po’ come la nave che sta per entrare in porto, ad un certo punto i motori smettono di spingere

Granaio Concorezzo vs Lombarda Motori Vero Volley 3-1

(25-20, 20-25, 25-22, 28-26)

Granaio Concorezzo: Sganzerla, Speziale 8, Fumagalli 15, Cremona 16, De Vincenzo 12, Milani 13, Porta (L), Costa. NE: Demaria, Asnaghi (L2), Stasuzzo. All: Gervasoni

Lombarda Motori Vero Volley: Galliani 7, Giampietri 14, Peslac 4, Meneghello 3, Gritti 8, Chadtchyn 10, Taramelli (L), Peracchi, Parma 5, Picchio. NE: Focosi. All. Vacondio

Commenti

comments

- Pubblicità -